tasti

Chi e perché ha ucciso Aldo Moro: il 28 marzo incontro con l’On. Gero Grassi a Bari

La figura di Aldo Moro rappresenta un’icona dei giorni nostri. Tenerla chiusa in un pantheon, considerarla soltanto in un’ottica “passatista” non rende giustizia alla sua straordinaria attualità. Il volto dello statista democristiano prigioniero delle Brigate rosse è infatti il volto della sofferenza di tante famiglie che oggi vivono gli esiti drammatici della crisi economica. E proprio il martirio di Aldo Moro, il suo tributo di sangue pagato in una circostanza che presenta ancora aspetti oscuri, può essere d’insegnamento nel motivarci a difendere quei valori che oggi sono minacciati dalle conseguenze della crisi.

Venerdì 28 marzo, alle ore 18, presso l’Hotel Excelsior in via Giulio Petroni, ricorderemo la figura di Aldo Moro grazie alle parole dell’On. Gero Grassi, che al presidente della Dc ha dedicato molti studi e pubblicazioni, come l’ultima Aldo Moro: il Partito Democratico vuole la verità. Lo faremo a Bari, nella nostra città che conserva ancora numerosi ricordi della vicinanza che Moro ha dimostrato in molteplici occasioni, lontano dai riflettori, verso tanta parte della popolazione.

Dodici giorni prima di questo nostro appuntamento ricorrerà l’anniversario dei 36 anni che ci separano da quel 16 marzo in cui avvenne la strage degli agenti della scorta (i «martiri di via Fani»). Nelle stesse ore, la Camera dei deputati approverà l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sul rapimento e sulla morte dello statista dc. Sarà un’occasione importante per provare a fare luce sulla verità storica, più che giudiziaria, di quella pagina tragica della storia d’Italia ricca di misteri e di enigmi.

Condividi con :

    I commenti sono chiusi.